L’APAC e le origini dell’inverdurata

L’INVERDURATA (concorso a premi di mosaici vegetali) nasce nel 2004 su iniziativa dell’APAC (Associazione Pachinese Anticrimine), nata nel 1992 e aderente al FAI (Federazione Antiracket Italiana).

Lo scopo principale della manifestazione  “INVERDURATA” è stato quello di far giungere a quante più persone possibili il messaggio della legalità, nei suoi molteplici aspetti, attraverso un evento particolare e trainante.

apacEssendo Pachino un paese essenzialmente agricolo, l’idea di produrre mosaici artistici con prodotti locali (frutta e verdura) ha indotto la popolazione ad avvicinarsi all’APAC e a riflettere sul tema proposto dagli organizzatori.

Nel 2004, i mosaici prodotti furono 9 di cui 4 fuori concorso per mancanza di adesioni. Tema della prima edizione : “Legalità e Illegalità”.

Il successo della prima edizione favorì la credibilità dell’iniziativa. Infatti, dal 2005, i bozzetti giunti aumentarono e si dovettero coprire due strade invece di una.

Dalla prima manifestazione è nato un bando per coinvolgere tutte le scuole, le associazioni, le persone singole e i gruppi.

I mosaici restano in mostra tre giorni (da Sabato a Lunedì), ma il momento più bello ed entusiasmante è  senza dubbio Venerdì notte, quando vengono creati i mosaici. In via Roma non ci sono solo le decine di autori e di esecutori delle opere artistiche, ma accorrono parenti, amici, curiosi. E’ un vociare armonico  che riflette i sorrisi stanchi ma gioiosi non solo  dei cittadini presenti ma anche di  chi sta lavorando e pian piano vede realizzato il suo disegno in un variopinto quadro di verdure, di frutta e di torba.


Fin dal secondo anno, il regolamento prevede la scelta di 16 bozzetti tra tutti quelli in concorso e arrivati nei tempi tecnici giusti. Ogni bozzetto scelto ha un premio di partecipazione di 100 euro e i primi tre classificati ricevono rispettivamente un premio di 300,  200 e 100 euro. –  Oltre a quelli citati prima, solitamente si compongono altri due mosaici fuori concorso, uno dedicato al Comune e l’altro all’ente organizzatore.

I bozzetti sono scelti sulla base della loro pertinenza al tema proposto (che cambia ogni anno), alla loro fattibilità, alla loro bellezza artistica, alla loro originalità.

Sin dal  2004  l’INVERDURATA si svolge nel mese di Maggio perché la manifestazione è stata dedicata alle vittime della mafia, in ricordo dell’eccidio di Capaci, dove persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Di Cillo e Antonio Montinaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *