2012

Nell’anno 2012 (nona edizione) Pachino e il suo territorio ridiventano il soggetto protagonista dell’INVERDURATA. Il tema è stato: “La crisi, la riscoperta del valore della Terra, la salvaguardia dell’Ambiente e dei nostri prodotti agroalimentari: Svegliati Pachino!”.

L’anno 2012 è stato l’anno in cui l’evento ha valicato i confini regionali. Sono arrivati turisti da oltre lo Stretto e pullman da Messina, Acireale, Acitrezza, Agrigento … Le giornate di Sabato 12 e Domenica 13 sono state dense di importanti appuntamenti: da un convegno sul pane di Sabato “L’invenzione del pane quotidiano” a una conferenza dibattito di Domenica su “Agricoltura come strumento di legalità: sviluppo e legalità come lotta contro le mafie”. Le serate sono state allietate da complessi musicali, da eventi collaterali di grande profilo, il torneo di scacchi Rapid Play organizzato dall’Associazione Lorena Fronte e da una degustazione, gestita in modo elegante dall’Istituto Alberghiero di Pachino.

Nove anni di INVERDURATA !  Abbiamo iniziato convinti che sarebbe stata un’avventura una tantum. Oggi invece siamo ancora qui perché l’avventura continua ed è diventata un evento che non è rimasto solo a livello provinciale. L’INVERDURATA cerca di mettere armoniosamente insieme cultura, legalità, impegno civico, arte, promozione del territorio e dei suoi prodotti.

E’ una creatura di questa terra e ne dobbiamo essere orgogliosi.

Non si può promuovere sviluppo, rispetto dell’altro e del territorio senza impegno civico e senza legalità. Sono modi di agire e di pensare che vanno indissolubilmente insieme. L’illegalità, la corruzione, un impegno solo per tornaconto personale non possono dare sviluppo, anzi, provocano instabilità, sfiducia nelle istituzioni e tra i cittadini, bilanci in rosso sia dal punto di vista finanziario che culturale e sociale.

L’INVERDURATA è nata per far riflettere su questa verità, per far capire che senza legalità non si può andare avanti e che si rischia di distruggere le meravigliose risorse naturali ed umane che abbiamo la fortuna di avere. Visto il successo di pubblico, che mediamente si aggira sugli oltre 10/15 mila visitatori l’anno (sia residenti adulti e scolaresche sia i numerosi turisti provenienti dai comuni vicini e da altrove),   l’APAC, ideatore ed ente organizzatore dell’evento INVERDURATA, ritiene che la manifestazione debba diventare patrimonio del territorio con il suo logo e un suo comitato promotore, lasciando alla città di Pachino l’eredità dell’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *